Direttrice Tiberina – da Calvi dell’Umbria a Selci

Tappa 3 - da Calvi dell’Umbria a Selci

Tappa 3: Da Calvi dell’Umbria a Selci, passando per la Cattedrale dei Sabini sede del Vescovo che aiutò Francesco nel suo incontro col Papa...

I testi descrittivi di questa tappa sono stati realizzati da Alberto Renzi e Salvatore Paruta, e gentilmente concessi dalla Rete tra Imprese della Sabina dal cui sito sono stati estrapolati www.reteimpresesabina.it

Tappa di medio facile e panoramica. Si abbandona l’Umbria e i suoi saliscendi per entrare nel tratto sabino della Via di Francesco. Un percorso panoramico, punteggiato di borghi, boschi e pascoli con frequenti affacci sul suggestivo Monte Soratte e sulle dolci colline che degradano verso la valle del Tevere ormai a poche tappe dalla Città Eterna.

Si parte dal centro di Calvi dell’Umbria, in Piazza Mazzini, davanti alla Chiesa intitolata a Santa Brigida, una Santa nota per i numerosi pellegrinaggi che fece a Santiago de Compostela, a Roma e in Terra Santa. Dalla Piazza si prende Via Roma scendendo per una stradina che si inoltra nel borgo medievale e si affaccia sulla valle sottostante. Dopo circa 400 metri si abbandona il centro storico e si prende a sinistra per la S.P. 18. Si cammina per 800 m. sull’asfalto per poi prendere a sinistra un sentiero che sale nel bosco (sentiero 641 CAI) e sbuca vicino a una fattoria e un piccolo agglomerato di case. Si procede dritti sino a un incrocio in cui una tabella direzionale che indica il proseguimento del sentiero 641 in direzione Contrada Colle Lochi. Qui vi è una fontana con acqua potabile. Da questo punto è necessario girare a destra e proseguire lungo una strada asfaltata che conduce davanti alla Chiesa di Santa Maria Maddalena e poi alla S.P. 54. Arrivati all’incrocio si prende a sinistra per la strada provinciale e dopo una trentina di metri si gira a destra prendendo Vocabolo Quaranta una strada panoramica e di crinale che conduce al confine tra Umbria e Lazio. La strada procede per 4 km in discesa ed entra nel Comune di Montebuono in Provincia di Rieti con un affaccio spettacolare sul borgo medievale di Fianello. A circa 1.4 km dall’incrocio si trova il Ristorante Il Boschetto e dopo altri 2.7 km l’Agriturismo Casale La Contessa. Tra i due vi è un altare votivo con fontanella d’acqua potabile. La strada si fa più ripida in discesa e nel punto in cui termina l’asfalto (km 6.3) si arriva a un bivio all’altezza di un’azienda agricola con una grande cancello. (per i pellegrini che seguono il percorso della GUIDA OLANDESE: A questo punto è necessario prendere a sinistra ed entrare nella Costa degli Zoppi attraverso un campo argilloso, mantenendo la vegetazione sulla propria destra. Il tratto di sentiero è poco visibile e procede in maniera lineare sino a incrociare una strada sterrata, a questo punto si gira a sinistra percorrendo poco meno di 200m. per poi girare a destra (6.9 km) verso una stradina in discesa ripida e sabbiosa. Si supera un piccolo guado la strada riprende a salire). Tenere la destra e proseguire fino ad incrociare una strada bianca, lw Via Campana all’altezza di un trivio con un fontanile sulla destra. Proseguire mantenendo la destra sulla Via Campana per circa 500 mt dove un cartello in legno indica di girare a sinistra attravesando un campo seminato. Ridiscendere il piccolo sentiero che porta al guado ove è presente un pontile di legno superqto il quale si gira a destra costeggiando un campo e mantenendo la vegetazione del bosco sulla destra. Il percorso prosegue nel bosco lungo una ripida per circa 300 m. sino a Via dei Cappuccini. Giunti al termine della salita (km 7.8) si prende sinistra in direzione del centro storico di Collevecchio. Poco prima di arrivare al borgo, subito dopo il cimitero c’è il Convento Sant’Andrea, un luogo perfetto per meditare e/o pernottare, raggiungibile prendendo una stradina che sale sulla sinistra. A questo punto non rimane che proseguire ed entrare nel suggestivo Borgo di Collevecchio da cui si può ammirare una splendida vista del Monte Soratte. Per riprendere il sentiero è necessario tornare indietro sulla stessa strada da cui si è entrati nel borgo deviando a destra per Via Sant’Angelo (km 9.9) su una stradina che scende verso destra. Subito dopo l’Agriturismo Le Cerque si gira a sinistra e si prende una stradina privata all’altezza di un cartello che indica Casa Vacanze La Casa di Vetro. Si passa davanti un piccolo impianto di imbottigliamento dell’olio e alla Casa Vacanze, poi si scende nel bosco sino ad arrivare a un campo arato di fondovalle. Si gira a destra costeggiando il campo e mantenendo la vegetazione sulla propria destra sino ad incontrare un pozzetto dell’acqua in muratura dopo circa 150 m. Qui si prede a sinistra verso un ponticello tra 4 pioppi rigogliosi. Subito dopo il ponte si gira a destra e dopo circa 100 m. si piega a sinistra risalendo il campo sino a un boschetto in cui intercettare un sentiero che sale sulla destra ed entra nella vegetazione sino a raggiungere un casolare bianco con piscina. Da qui si prende a sinistra Via Porcine (km 13.3) facendo attenzione a richiudere lo sbarramento. Si procede per circa un chilometro sino a Via Campaniletti mantenendo la sinistra all’incrocio. Dopo nemmeno 100 metri si piega a sinistra verso Via Madonna della Noce (km 12.3) che in discesa entra in un boschetto. Il sentiero conduce a una strada sterrata in cui girare a destra per giungere dopo poche centinaia di metri alla Chiesa Madonna della Noce (km 14), uno splendido luogo per meditare e riposare all’ombra delle verdi querce. Il percorso continua per ancora 150 metri sino a raggiungere un incrocio al quale bisogna proseguire dritti, poi la strada curva a sinistra e al successivo incontro si intercetta la strada che, piegando a sinistra, porta verso la frazione San Polo del Comune di Tarano. Subito dopo 250 m (km 14.8) si gira a destra verso una strada sterrata che scende sino a un torrente. Al guado si procede dritti per altri 300m in salita sino a raggiungere Via Romana Vecchia. Da qui si si prende a sinistra per un centinaio di metri per poi girare a destra su Strada Santuario Vescovio che conduce all’omonimo Santuario e ai reperti archeologici di Forum Novum (km 16.1) Dopo circa 300 m. di cammino, all’ombra di pini mediterranei secolari, si arriva sulla S.R. Sabina in corrispondenza del Ristorante La Pineta. Il percorso prosegue per 1.2 km su strada ad alta frequentazione, piegare poi a destra per Via Collemannaro in direzione di Selci. Dopo un chilometro girare a destra per prendere Via Aurano e uscire dal tratto trafficato. Si procede per circa 2 km di salita tenendo la sinistra all’incrocio a T sino a raggiungere Via Tenerello. Si prende a sinistra in direzione del Ristorante La Vecchia Quercia e subito dopo si devia a destra scendendo lungo una strada carrareccia che conduce al centro di selci lungo un percorso che prima scende e poi risale verso il borgo. Arrivati a Via Roma girare a sinistra lungo il corso che conduce alla sede del Comune di Selci situata a Piazza del Popolo.

Arrivo: Selci
Lunghezza : 22.9 km
Dislivello in salita: 566 m
Dislivello in discesa: 774 m
Altezza massima raggiunta: 406 m.s.l.m.
Difficoltà: E - Escursionista
Tempo di percorrenza: 6,5 h
Segnaletica: Assente (tranne il primo tratto nel Comune di Selci)
Fondo: asfalto (?? %) – sterrate e sentieri (??%)
Fonti d’acqua: si
Punti sosta: si
Mesi di fruizione: tutto l’anno

 

Grado di difficoltà
 
impegnativa
03 profilo altimetrico Calvi Selci
Da vedere
 
Comune Punto di Interesse Distanza dal Punto di Partenza
Calvi dell'Umbria Chiesa di San Francesco
Chiesa della SS. Trinità
Chiesa di Sant’Antonio Abate e Presepe
monumentale
Museo del Monastero delle Orsoline - Calvi
dell'Umbria
Murales
Nei pressi del centro storico
Calvi dell'Umbria Chiesa di Santa Maria Assunta  
Fianello, frazione del
Comune di
Montebuono
Borgo di Fianello, Palazzo Orsini-Savelli,
Torre longobarda, Forno Storico
Chiesa di Santa Maria di Fianello e Cripta
Acquedotto e Villa Romana
 
Cicignano Frazione del
Comune di Collevecchio
Mura circolari
Museo di Cicignano
 
     
Collevecchio Centro Storico km 9.5
Comune di Tarano Chiesa della Madonna della Noce  km 14
Torri in Sabina   Santuario Vescovio e scavi di Forum Novum  km 16.1