Tipologia: opera militare storica
Sito visitabile: esternamente
Indirizzo: Viale del Forte Antenne n.12 - 00199 Roma (RM)
Sito web: Progetto Forti
Geolocalizzazione: 41°56'15.0"N 12°30'02.3"E

Il Forte Antenne è uno dei 15 forti militari di tipo "prussiano" costruiti tra il 1877 e il 1891 che costituivano il campo trincerato a difesa fissa di Roma. Tale opera militare manteneva una distanza di circa 4-5 km dalle Mura aureliane e di circa 2-3 km l'uno con l'altro per uno sviluppo complessivo di circa 40 km.
Venne costruito tra il 1880 e il 1884 dal Re Umberto i di Savoia su una superficie di 2,5 ettari, sopra il colle roccioso di Monte Antenne (60 mt s.l.m.), nei pressi della confluenza dell'Aniene nel Tevere.
Esplicò azione difensiva della capitale fino al 1919 ed attualmente è vincolato ai sensi del Codice dei beni culturali e del paesaggio con D.M. 6 agosto 2008. Il Parco che lo circonda è accessibile da Villa Ada.
Il forte ricopre il sito della città di Antemnae, città sabina, forse di origine greca, conquistata nel III secolo a.C. come avamposto militare fortificato di Roma. Virgilio ne parla tra le città che si armarono contro Enea, Strabone come una tra le più antiche città del Lazio ridotta però ai suoi tempi a semplice villaggio, Tito Livio nella Storia di Roma e Plinio il Vecchio nella lista di Città scomparse. Antenne, insieme a Saccopastore e alla Cava della Sedia del Diavolo, è anche un importante sito di reperti archeologici: nel Museo Nazionale Romano è esposta un'antefissa di inizio quinto secolo, da essa proveniente, che riproduce Giunone con elmo corredato di elementi bovini.

Fonte: Wikipedia
Testo: Giuseppina Nucci
Foto: Danilo D’Anto’

contentmap_plugin